VIVI IL FOLIAGE IN PIEMONTE

5 luoghi che non puoi perderti

di Salvatore Marra

Tabella dei Contenuti

 

Piemonte e foliage.

Due parole che in autunno si legano inevitabilmente.

In Piemonte esistono tanti luoghi bellissimi dove poter ammirare gli straordinari colori del foliage autunnale.

Dalla Alpi alle langhe, passando dalle decine di valli caratteristiche, fino ai tanti parchi cittadini.

Ma che cos’è esattamente questo foliage?

foliage

Il fenomeno del foliage in autunno

Trattasi di un fenomeno naturale tipico dei mesi autunnali, quando le foglie degli alberi si colorano di una miriade di sfumature, dal giallo al rosso, dall’arancione al marrone.
E cadono a terra creando dei tappeti naturali, e delle atmosfere fiabesche tanto amate anche dai più piccoli.

Il foliage in Piemonte

Vivo in questa regione ormai da 8 anni. Tuttavia, puntualmente ogni anno finisco per scoprire nuovi luoghi stupendi, da vivere e da raccontare. Specialmente in autunno.

Eccoti  5 posti piemontesi speciali  e che forse non conosci, da non perdere nei mesi di Ottobre e Novembre :

  • il Bosco del Sorriso nell’Oasi Zegna;
  • il Sentiero tra Combetta e Fougirous in Valle Grana;
  • i boschi di Ostana nella Valle Po
  • il Lago Verde, nei pressi di Bardonecchia
  • i parchi  e i giardini di Torino.

Oasi Zegna – Bosco del Sorriso

E’ uno degli ultimi luoghi magici in ordine di tempo che ho avuto il piacere di visitare, qualche settimana fa.

L’Oasi Zegna fa sognare, letteralmente. 

In tutte le stagioni, sia chiaro. Per la straordinaria ricchezza paesaggistica naturale e per la sua storia. 

In autunno vi consiglio fortemente di vistare il Bosco del Sorriso situato in località Bielmonte. Ulteriori info per una visita all’Oasi Zegna puoi trovarle QUI.

Bosco del Sorriso
Bosco del Sorriso

La Valle Grana, sentiero tra Combetta e Fougirous.

Questa passeggiata parte dalla località di San Pietro di Monterosso Grana, nel cuore della Valle Grana, in provincia di Cuneo.

Un sentiero non troppo impegnativo che, attraversando boschi di castagni e faggi, conduce fino a due piccoli borghi, Combetta e Fourgirous, abbandonati da decenni e ormai ridotti a dei ruderi. Ma non per questo meno interessanti.

La storia affascinante di questi due borghi disabitati è legata alle vicine cave di ardesia, dove la maggior parte della popolazione lavorava. 

Il sentiero permette di raggiungere le cave prima di far rientro nella frazione di San Pietro, chiudendo così un percorso ad anello molto bello e sorprendente. Poco conosciuto e che consiglio.

Se decidi di andare in Autunno preparati a raccogliere da terra un bel po’ castagne deliziose!

Il Foliage nella Valle Grana
Il Foliage nella Valle Grana

I boschi di Ostana nella Valle Po

Personalmente ho un debole per la Valle Po, e sono fortemente di parte quando la racconto.

In particolare, quando visito Ostana, uno dei Borghi più Belli D’Italia, mi sento ormai come a casa. Grazie alla straordinaria accoglienza dei suoi abitanti e il calore umano e intellettuale che il luogo emana, anche quando fuori nevica e fa freddo.

Ostana è circondata da boschi strepitosi, e io ogni volta mi perdo nella loro bellezza.

Ti consiglio di percorrere a piedi la stradina che dalla borgata di S. Antonio conduce a borgata S. Nicolao, e che poi prosegue nel sentiero chiamato “dei Morti”.

Il nome non è di certo incoraggiante, lo ammetto! Ma è meravigliosamente immerso nella vegetazione, oltre ad essere facile da percorrere e in parte accessibile anche a persone cieche.  Isolato al punto giusto da poter entrare in connessione con la natura.

In autunno preparati a vivere nella Valle Po in un caleidoscopio di colori e profumi che non ti annoierà, ne sono sicuro.

Scorcio autunnale con vista sul Monviso - Ostana, Valle Po (CN)
Scorcio autunnale con vista sul Monviso - Ostana, Valle Po (CN)

Bardonecchia e il Lago Verde

In realtà il bellissimo Lago Verde a cui faccio riferimento non è in Piemonte. Si trova tecnicamente in territorio francese, a pochissimi chilometri dal confine con l’Italia.

Sembrerebbe quindi una location un po’ fuori tema. Tuttavia, l’estrema vicinanza alla ben nota località di Bardonecchia rende questo lago una meta di escursioni per tantissimi piemontesi.

E quindi perchè non consigliartelo?

Si raggiunge molto facilmente : lasciata l’auto nel parcheggio nei pressi del Rifugio Re Magi, si percorre un semplice sentiero che in una mezz’oretta ti condurrà sulle rive del lago.

E quando ci arriverai non potrai che restare a bocca aperta. Per lo stupore e la meraviglia che si paleseranno di fronte ai tuoi occhi.

Lago Verde
Lago Verde

I Parchi di Torino

Parlando di foliage, non posso di certo non citare i tanti parchi che abbelliscono Torino, la splendida città che mi ospita da quasi due lustri.

Su tutti, sicuramente il Valentino è il più celebre, e merita tutta la fama che ha, senza dubbio.

Ma di parchi e giardini la città sabauda è piena!

Tra i tanti meritano una visita il Parco Ruffini, la Pellerina, i Giardini Reali (recentemente riaperti al pubblico e gratuiti).

Ma il mio preferito in assoluto, che considero come il mio rifugio e luogo del cuore, è il Parco della Tesoriera.

Un autentico gioiello incastonato nel quartiere Parella. Ospita al centro un’affascinante villa padronale del Settecento, sede oggi di una biblioteca musicale, e Matusalemme, il platano secolare più antico della città.

Foliage a Torino - Parco della Tesoriera
Foliage a Torino - Parco della Tesoriera

Ogni anno questo Piemonte ha la capacità di sorprendermi sempre di più. In ogni periodo dell’anno.

Anche (e parecchio) in Autunno.

 di Salvatore Marra

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI BISOGNO DI AIUTO PER PIANIFICARE IL TUO PROSSIMO VIAGGIO?

CONTATTAMI!

VUOI CONOSCERE TUTTE LE NOVITA' SULLE PROSSIME GITE IN GIORNATA E VIAGGI DI GRUPPO?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *